Blefaroplastica non chirurgica

La blefaroplastica non chirurgica, con metodo plexer, e' un trattamento di medicina estetica che permette di ridurre piccole o medie lassista'' palpebrali, attraverso la vaporizzazione progressiva della pelle in eccesso. Il trattamento è adatto a coloro che desiderino un ringiovanimento progressivo della palpebra e del contorno occhi, attraverso una metodica soft, senza ricorrere alla chirurgia tradizionale. Non prevede anestesia, tagli, cicatrici, sanguinamento, punti di sutura, copertura antibiotica.

Qual è la tecnica utilizzata:

Questa tecnica di Blefaroplastica viene definita “non ablativa” in quanto si effettua senza incidere, senza asportare cute in eccesso, senza asportare grasso e senza modificare il muscolo orbicolare delle palpebre. Questa metodica non ricorre al bisturi o al laser per rimuovere la cute in eccesso, evitando così tutti i rischi dell’intervento tradizionale  ma utilizza uno strumento che provoca sublimazione (il passaggio diretto dallo stato solido a quello gassoso o aeriforme) dei corneociti. Si opera intervenendo mediante piccoli spot effettuati con un Plexer ciascuno di 500 micron distanziati tra loro per consentire, appena terminata la seduta, la perfetta plasticità del movimento palpebrale. Ciascuno di questi spot, sublima i corneociti superficiali senza coinvolgere la lamina basale e senza causare sanguinamento e, cosa più importante senza causare alcun danno necrotico ai tessuti circostanti e sottostanti. Questa tecnica di Blefaroplastica viene definita “Dinamica” in quanto permette all’operatore di invitare il paziente ad aprire e chiudere gli occhi durante il trattamento, mettendo così in evidenza le pliche di cute ancora da trattare

Come avviene la seduta:

Con l'utilizzo di plexer, un piccolo apparecchio che sfiora la pelle, vaporizzandola, il medico colpisce con precisione le zone da ridurre, punto per punto. Il ritorno al sociale e' immediato, l'edema post trattamento si risolve in un paio di giorni. Il leggero fastidio causato dal trattamento, può essere facilmente controllato con l'applicazione di una crema anestetica, mezz'ora prima della procedura.

Cosa ci si deve aspettare nei giorni seguenti la seduta:

Nell'immediato post trattamento compaiono micro crosticine, che non vanno toccate ne' rimosse, poiché cadono spontaneamente nell'arco di circa una settimana. Le parti trattate possono essere rinfrescate, disinfettate con benzalconio cloruro in collirio , e guariscono spontaneamente senza l'applicazione di creme o unguenti Una volta cadute le microcroste, la pelle andrà ritirandosi, alleggerendo e migliorando lo sguardo. Il colorito rosato della parte trattata, visibile per circa 1 mese , si normalizza nei giorni successivi. Se la parte trattata è particolarmente estesa si avrà un edema che comparirà la sera del giorno dopo e che durerà circa due giorni. Per evitare questa evenienza, è opportuno effettuare il trattamento in più sedute e può essere attenuato applicando subito dopo la seduta delle apposite compresse ghiacciate.

Cosa è necessario fare dopo la seduta:

Il paziente dovrà lavarsi come suggerito dal medico, asciugare la parte tamponando con un fazzoletto di cotone, avendo l'accortezza di non strofinare. Poi applicherà alcune gocce di collirio al benzalconio, non nell’occhio ma sulla parte trattata.

In quante sedute avviene in trattamento:

Il trattamento è stato generalmente effettuato in quattro sedute al fine di consentire la prosecuzione dell’attività lavorativa il giorno stesso delle sedute. Tuttavia il numero delle sedute può variare in base alla problematica presentata dal paziente e dalle sue esigenze.