PDT: la terapia fotodinamica nel trattamento dell'acne

Terapia fotodinamica nel trattamento dell'acne Curare l'acne con la luce Acne Viso Dermatologia estetica Dott.sa Antonietta Lonati Brescia

Terapia fotodinamica nel trattamento dell'acne Curare l'acne con la luce Acne Viso Dermatologia estetica Dott.sa Antonietta Lonati Brescia Per accelerare la guarigione, per spegnere l’infiammazione e per contrastare i momenti di peggioramento si utilizza la tecnica delle Terapia Fotodinamica ( PDT).
La Tecnica PDT non utilizza farmaci ma sfrutta la reazione fotodinamica con luce rossa per sfiammare il follicolo acneico.

  • Nei casi lievi è possibile sfruttare l'azione antinfiammatoria della sola sorgente luminosa (rossa 633 nm o blu 430 nm).
  • Nei casi più impegnativi si fa procedere l'esposizione alla luce dall'applicazione di una sostanza fotosensibilizzante.

In pratica si applica sull’area da trattare un unguento contenente una sostanza chiamata 5-aminolevulinico (5-ALA). Questa sostanza viene captata dai follicoli infiammati dell’Acne e trasformata in un prodotto fotoattivo, cioè capace di reagire con la luce (protoporfirina IX).
Dopo aver applicato l’unguento contenente 5-ALA, la parte viene coperta con appositi bendaggi.
Trascorse 1-2 ore, l’area viene esposta alla luce visibile rossa di lunghezza d’onda intorno a 630nm per un tempo da 10 a 20 minuti.
Durante l’illuminazione si percepisce una sensazione di calore che è maggiore quanto più è intensa l’Acne . Il calore percepito è di solito ben tollerato e nei casi di intolleranza si procede al raffreddamento con spray d’acqua o alla sospensione del trattamento per qualche istante al fine di far regredire spontaneamente eventuali sensazioni spiacevoli.

Terapia fotodinamica nel trattamento dell'acne Curare l'acne con la luce Acne Viso Dermatologia estetica Dott.sa Antonietta Lonati Brescia Dopo il trattamento la pelle appare arrossata e va medicata con un apposita sostanza lenitiva.
Nella settimana successiva
nell’area trattata i foruncoli dell’Acne si seccano e desquamano, è possibile la formazione di croste. Durante questo periodo occorre applicare emolienti 2 volte al giorno senza bendare, lavarsi con un’apposita base lavante e non esporsi alla luce forte solare o lampade UV.

Trascorsa una settimana si inizia o si continua il trattamento topico levigante come da prescrizione del Dermatologo.
Il Trattamento Fotodinamico, se vi sono le indicazioni, può essere ripetuto più volte poichè non crea danni alle strutture della pelle.
Guarire dall’Acne è un traguardo possibile tuttavia per ottenerlo occorre avere costanza nel trattamento e fiducia nel Dermatologo considerando che l’Acne non è una malattia acuta ma una cronica con momenti di miglioramento e peggioramento che si susseguono, spesso senza causa apparente.